Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Galleria immagini

 

Galleria immagini

Inserire i parametri per la ricerca

11 Febbraio 2021
44. Jacopo Benassi, Alessandro Michele, Roma 2019
10 Febbraio 2021
45. Jacopo Benassi, Umberta Gnutti Beretta, Milano 2017
09 Febbraio 2021
46. Jacopo Benassi, Debbie Harry, Vienna 2008
08 Febbraio 2021
47. Marco Delogu, Salonina, dalla serie Ritratti romani, Roma 1988
07 Febbraio 2021
48. Marco Delogu, Sebastiano Deledda detto Legno, dalla serie I trenta assassini, Siena 1998
06 Febbraio 2021
49. Marco Delogu, Massimo Coghe detto Massimino, dalla serie I trenta assassini, Monteroni d’Arbia, Siena 1998.
05 Febbraio 2021
50. Marco Delogu, Pierluigi Concutelli, dalla serie Cattività, carcere di Rebibbia, Roma 1998
04 Febbraio 2021
51. Marco Delogu, Corradino Bafile, dalla serie Cardinali, Roma 1998
03 Febbraio 2021
52. Marco Delogu, Giuseppe Dezza, dalla serie Cardinali, Roma 1999
02 Febbraio 2021
53. Marco Delogu, Domenico Melis, dalla serie Pastori sardi, Manciano, Grosseto, 2007
01 Febbraio 2021
54. Marco Delogu, Caterina Scaggion, dalla serie Contadini della bonifica pontina, Borgo Sabotino, Latina 2007
31 Gennaio 2021
55. Marco Delogu, Senada, dalla serie Zingari, Roma 2000
15 Giugno 2020
1. Matera Settembre 2017
Sembra il tavolo di lavoro di un architetto e invece è un muro con la striscia di un’ombra. Matera regala anche di queste magie. Nell’intrico di viuzze del Sasso Caveoso si aprono tante prospettive che innestano il segno, la linea, il gioco prospettico, la lotta empatica di luce e ombra. In questo caso, semplicemente, una parete si fa lavagna.
Soundtrack: “Verso il sole” The Dining Rooms (da “Numero Deux” 2001 Milano2000)
Matera
14 Giugno 2020
2. Matera Settembre 2016
Anche le antenne a Matera si scoprono belle. Il Sasso Barisano di questa foto ne incornicia un paio, come volesse implementare il disegno già ben equilibrato di un cielo minaccioso, appoggiato sul reticolo di case, palazzi e chiese. É una foto che rende bene anche in bianco e nero, ma perché togliere al sole la possibilità di rimbalzare nel giallo camoscio di nuda pietra?
Soundtrack: “T’aspetto cca’” Canio Loguercio (da “Canti, ballate e ipocondrie d’ammore” 2017 Squilibri Editore)
Matera
13 Giugno 2020
3. Matera Settembre 2016
Passeggio nel Sasso Barisano e mi si apre davanti questa scena piuttosto paradossale: la porta di una casa, con i panni stesi al sole, piazzati all’altezza del costato proprio sull’ingresso. Una richiesta di sottomissione (per entrare occorre inchinarsi…)? Un invito cortese a non disturbare i proprietari? Un gesto dadaista? Non lo so…di sicuro l’intrusione cromatica di due magliette, una gonna e due mutande rende più equilibrato e interessante il quadretto e l’economia dei suoi spazi.
Soundtrack: “Con gli occhi conto i panni” I Gatti Mézzi (da “Perché hanno sempre quella faccia” 2016 Picicca)
 
Matera


1060