Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

"Approdi dell'anima: metamorfosi e resistenza tra deserto e mare". CANCELLATO

Data:

06/03/2020


Incontro letterario con Ubah Cristina Ali Farah, nell'ambito del XII Convegno dell'Associazione Germanofona degli Italianisti (5-7 marzo 2020)


Ubah Cristina Ali Farah è una poetessa, scrittrice, drammaturga e librettista somalo-italiana. Ha pubblicato due romanzi, Madre piccola (2007) e Il comandante del fiume (2014). Ha conseguito un dottorato di ricerca in African Studies e ha presentato la sua opera in molti paesi. È stata premiata con il Premio Lingua Madre e il Premio Vittorini. Ha partecipato a numerosi programmi di scrittura internazionali, quali l’International Writing Program presso la University of Iowa (2017), presso il MEET (Maison des Écrivains Étrangers et des Traducteurs) e presso il Art Omi Residencies. (2018). È stata socia della Fondazione Civitella Ranieri e titolare di una residenza artistica (Writer in residence) a La Marelle (2019). Recentemente ha lavorato a una riscrittura dell’Antigone e a un libretto ispirato a leggende rinvenute a Matera. Attualmente è titolare di una residenza artistica presso lo Stellenbosch Institute for Advanced Studies a Città del Capo.

Segue aperitivo.

Informazioni

Data: Ven 6 Mar 2020

Orario: Dalle 19:30 alle 21:00

Organizzato da : Ludwig-Maximilians-Universität München

In collaborazione con : Istituto Italiano di Cultura, Forum Italia e.V.

Ingresso : Libero

Massimo numero di partecipanti raggiunto


Luogo:

Ludwig-Maximilians-Universität München, Geschwister-Scholl-Platz 1, Senatssaal / Sala del Senato: Raum E 106/110

1248