Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

La seconda attesa di Euridice. Monodramma in tre scene per soprano e pianoforte

Data:

24/10/2019


La seconda attesa di Euridice. Monodramma in tre scene  per soprano e pianoforte

Monodramma (quasi) mimato in tre scene

per soprano e pianoforte

musica di Biagio Putignano

[2013-2014]

(© Gravis Verlag – Berlin - D)

testo di Paolo Peretti

 

Orfeo, cantore e musico trace, sposò la ninfa Euridice, che il giorno stesso delle nozze morì per il morso di un serpente. Orfeo disperato per la morte prematura della moglie, decise di scendere agli Inferi per pregare i signori di quei luoghi di restituirgliela. La sua supplica fu accompagnata dallo splendido suono della sua lira: invocando il dio Amore, Orfeo chiese che la sua amata potesse ritornare con lui sulla terra, poiché il filo della sua vita era stato spezzato troppo presto. La supplica di Orfeo commosse quanti in quel momento si trovavano in quel luogo: scrive Ovidio che persino le Furie piansero per la prima volta, commosse da quel canto. Il re e la regina degli Inferi, anch’essi colpiti da tale preghiera, richiamarono Euridice. Una però fu la condizione posta ad Orfeo per riavere la sua amata: non avrebbe dovuto guardarla fino a quando non fossero usciti, altrimenti la grazia sarebbe stata vana. Orfeo, presala per mano, condusse Euridice per un sentiero ripido e avvolto dalla nebbia. Non lontani dall’uscita però, forse per paura di perderla, il musico contravvenne al patto e si girò a guardarla. Subito Euridice fu risucchiata indietro, inutilmente cercò di tendere le braccia per essere afferrata, e disse per l’ultima volta addio al suo amore.

Il testo di Paolo Peretti è tratto dal racconto di Gesualdo Bufalino "Il ritorno di Euridice" da "L'uomo invaso e altre invenzioni" (Milano, Bompiani, 1986) in cui l’ironia di Bufalino sul mito di Orfeo è tagliente: infatti, costui trasgredisce all’ordine impartitogli da Plutone per liberarsi della sua donna, ricacciandola nell’Ade.

 

· Rosa Angela Alberga, soprano Euridice

· Lorenzo Putignano, pianoforte

 

Rosa Angela Alberga nata in provincia di Bari, ha iniziato in giovanissima età gli studi musicali di pianoforte e di canto. Sin dal principio dimostra una spiccata musicalità e il suo primo piccolo ruolo in un’opera lirica risale al 2007, nella Tosca di G. Puccini, quando ha eseguito il ruolo del Pastorello sotto la bacchetta del M° Daniel Oren. Nel corso dei suoi studi ha preso parte a numerosi progetti corali sotto la direzione di Emanuela Aymone e si appassiona al repertorio operistico e contemporaneo. Si è diplomata con lode in canto presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari sotto l’egida del M° Giacomo Colafelice e si perfeziona con Lucia Naviglio. Numerose le produzioni che l’hanno vista protagonista: Missa Brevis K275 di W.A. Mozart, Ecce Puer- melologhi per voce recitante e strumenti con vari compositori contemporanei,Delle due l’una di T. Traetta presso il Teatro Traetta di Bitonto nel ruolo di Giacinta, Voci del 900 italiano: Bruno Bettinelli e Nino Rota nell’ambito della rassegna Notti Sacre del 2017, Ein deutches Requiem di J. Brahms presso la Schlosskirche di Bad Merghenteim. Attualmente studia Direzione di coro e Composizione corale presso il Conservatorio “N.Piccinni” di Bari e collabora con l’Ensemble Europeo di Musica Contemporanea.

Lorenzo Putignano (1997) figlio d’arte, ha iniziato gli studi musicali all’età di cinque anni, sotto la guida del padre, proseguendo poi presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari dove si è diplomato in Pianoforte sotto la guida della Prof.ssa Cinzia Falco col Massimo dei voti e lode. Ha conseguito la maturità classica ed è iscritto alla facoltà di matematica dell’Università del Salento. Ha inoltre studiato violino (Franco Mezzena), organo e composizione (Biagio Putignano), direzione d’orchestra (Ovidiu Balan), frequentando numerosi Corsi di perfezionamento in pianoforte con Cinzia Falco, Riccardo Risaliti, Tiziano Poli, Lisa Bastien, Markus Kreul, Gianfranco Sannicandro, Irina Osipova. Ha esordito giovanissimo, conseguendo vari premi a Gioia del Colle, Matera, Lecce, Trani, Corato. Ha esordito come pianista solista con l’Orchestra Giovanile “D. Sarro” di Trani sotto la guida del M° G. Pannarale, con il concerto di Mozart K 467, e come organista solista nell’Oratorio di Natale di Camille Saint-Saëns Ha eseguito in prima esecuzione varie composizioni di diversi autori. Si è esibito in Italia, Germania, Danimarca, Austria e Croazia. Ha preso parte alla prima esecuzione assoluta dell’opera La Verità Nascosta a Lecce e a Bisceglie. E’ componente dell’ Ensemble Europeo di Musica Contemporanea.

 

Biagio Putignano, nato nel 1960 a Lecce (Italia, Puglia), ha studiato organo con Luigi Celeghin al Conservatorio di Roma, composizione con Wolfango Dalla Vecchia al Conservatorio di Padova e musica elettronica, musica corale e pianoforte presso i conservatori di Padova e Bari.

Da molti anni svolge l’attività di compositore e didatta. Dal 2000 è titolare della cattedra di Composizione presso il Conservatorio statale di Bari (Italia, Puglia). È stato docente presso l'Università e diversi Conservatori pugliesi. Ha tenuto e tiene corsi e seminari in varie accademie musicali e conservatori per conto di Istituzioni nazionali ed Internazionali.

È stato ed è membro di importanti associazioni musicali (attualmente è vicepresidente della SIMC - Italia) e presidente in numerosi concorsi nazionali ed internazionali. Inoltre, ha ricevuto importanti riconoscimenti tra cui quello di membro onorario dell'Academia della Musica Valenciana (Spagna 2012) e il prestigioso "Il Sallentino 2012".

Il suo catalogo comprende musica da camera, opere da camera, varie composizioni per solisti, coro con e senza orchestra, opere di musica sacra, musica elettronica e varie installazioni sonore d'avanguardia, tutti eseguiti da interpreti di fama internazionale e registrati su cinque CD monografici e numerosi altri CD antologici.

Ha pubblicato LA MUSICA INTORNO, per Florestano Edizioni (Bari, 2015) e SUITE BREVE per Aracne Edizioni (Roma, 2018).

 

 

Informazioni

Data: Gio 24 Ott 2019

Orario: Dalle 18:30 alle 20:00

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura

In collaborazione con : Roos Arte Musikagentur, Europäisches Künstlerhaus Oberbayern, Freising

Ingresso : Libero


Luogo:

Istituto Italiano di Cultura, Hermann-Schmid-Str. 8, 80336 München

1226