Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Eco. Voce

Data:

09/05/2019


Eco. Voce

Massimo Zamboni (Reggio Emilia, 27 gennaio 1957) è stato il chitarrista dei CCCP/CSI, probabilmente la band italiana più importante degli anni '80 e '90. L'incontro con Zamboni prende origine dall'idea di raccontare il 25 aprile (data cui Zamboni e i CCCP/CSI sono stati molto legati nel loro percorso musicale) attraverso il libro "L'eco di uno sparo" (Einaudi, 2015), che narra la storia di Ulisse Zamboni, il nonno fascista, ucciso dei partigiani nel 1944: un nonno di cui Massimo, per molti anni, non sa praticamente nulla, prima che nove anni di richerche sull'origine di quegli spari non gli facciano seguire "la loro eco lungo un paio di secoli". Che influenza ha quel passato nella costruzione del futuro? Nell'estate del 1981 Massimo Zamboni lascia Reggio Emilia in auotostop in direzione Berlino: non lo sa ancora, ma in quella città, "un mix incredibile di fragilità e intensità", scoprirà come prendere in mano la propria vita. "Nessuna voce dentro" (Einaudi 2017) racconta quell'estate berlinese. 

Informazioni

Data: Gio 9 Mag 2019

Orario: Alle 18:30

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura

In collaborazione con : Forum Italia e.V.

Ingresso : Libero


Luogo:

Istituto Italiano di Cultura, Hermann-Schmid-Str. 8, 80336 München

1191