Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Confini e identità all’indomani della I Guerra Mondiale - Contributi e dibattito

Data:

14/02/2019


Confini e identità all’indomani della I Guerra Mondiale - Contributi e dibattito

Al termine della I Guerra Mondiale, con il crollo dei grandi imperi e la definizione di nuovi confini, ha inizio in Europa una nuova era, caratterizzata da deportazioni, movimenti di rientro nei paesi di origine, conflitti identitari, lotte per i diritti delle minoranze. Processi che, in parte, non possono dirsi conclusi sino ad oggi. In tale contesto, alcuni storici discutono riguardo alle sorti dell’Alsazia e della Lorena, dell’Alto Adige e dell’Adriatico settentrionale.

Marco Bresciani si occupa dei confini settentrionali dell’Italia, all’indomani della I Guerra Mondiale, e dell’antifascismo italiano.

Michael Schartz esamina le “epurazioni” etniche nell’età moderna.

Gli studi di Thomas Serrier si incentrano sulle regioni di confine e le culture della memoria transregionale in Europa.

 

 

Marco Bresciani, Università di Verona

Michael Schartz, Institut für Zeitgeschichte Monaco di Baviera, Berlino

Thomas Serrier, Europa Universität Viadrina Francoforte sull'Oder

 

Modera Thomas Schlemmer, Institut für Zeitgeschichte Monaco di Baviera, Berlino; Università Ludwig Maximilian di Monaco di Baviera

 

 

Nell'ambito della rassegna "Italia, Francia e Germania: un confronto europeo I"

1918 - 2018 Che cos'è la democrazia?

 

 

In lingua italiana e tedesca

 

 

Informazioni

Data: Gio 14 Feb 2019

Orario: Alle 18:30

Organizzato da : Istituto Italiano di Cultura, Institut Français, Kulturreferat der Landeshauptstadt München, Institut für Zeitgeschichte

Ingresso : Libero


Luogo:

Istituto Italiano di Cultura, Hermann-Schmid-Str. 8, 80336 München

1184